L’assegno di inclusione INPS: una guida completa al nuovo sussidio di stato

L’Assegno di Inclusione, un nuovo sussidio di Stato erogato dall’INPS, sta per essere accreditato sui conti dei beneficiari. Questo sostegno finanziario è destinato agli ex fruitori del Reddito di Cittadinanza che soddisfano specifici requisiti, tra cui la presenza in famiglia di persone con disabilità, minori o anziani oltre i sessant’anni. Inoltre, è necessario rispettare i criteri di cittadinanza, soggiorno e residenza.

Il decreto-legge n. 48/2023 stabilisce che l’Assegno di Inclusione viene erogato mensilmente per un periodo massimo di diciotto mesi, seguito da un periodo di sospensione e possibile rinnovo per altri dodici mesi. L’importo di questo beneficio varia in base a diversi fattori, tra cui la composizione del nucleo familiare e il reddito. Esistono due componenti principali nell’importo dell’assegno:

  1. Quota A: Questa parte dell’assegno è un’integrazione al reddito familiare, che può arrivare fino a 6.000 euro annui (o 7.560 euro per nuclei con persone oltre i 67 anni o con disabilità grave).
  2. Quota B: Questa componente è un’integrazione per i nuclei familiari che affittano la propria abitazione, con un massimo di 3.360 euro annui (o 1.800 euro per nuclei con persone oltre i 67 anni o con disabilità grave).

L’importo minimo garantito dall’Assegno di Inclusione è di 480 euro annui. Per calcolare l’importo specifico, l’INPS ha fornito esempi dettagliati nella circolare numero 105 del 16 dicembre 2023.

Per quanto riguarda i tempi di pagamento, l’INPS ha stabilito che per le domande presentate e approvate entro il 7 gennaio 2024, il pagamento verrà effettuato a partire dal 26 gennaio 2024. Per le domande presentate dopo questa data, i pagamenti seguiranno un calendario diverso, con il primo accredito previsto per il 15 febbraio 2024.

Questo nuovo sussidio rappresenta un importante sostegno per molte famiglie italiane, offrendo un aiuto concreto a chi si trova in situazioni di vulnerabilità economica e sociale. Con l’Assegno di Inclusione, l’INPS mira a fornire un supporto più mirato e adeguato alle esigenze specifiche dei beneficiari, contribuendo così a ridurre le disuguaglianze e a promuovere l’inclusione sociale.