BULLETTO CONDANNATO A DIMAGRIRE

condanna bulloSentenza 6 Aprile 2011 Tribunale di Ancona. Di qualche anno fa questa sentenza che forse, oggi, non avrebbe trovato uguale sviluppo, in considerazione del nuovo corso “politically correct”, che tende a non evidenziare diversità fisiche. All’epoca il Tribunale dei Minori aveva condannato un giovane bulletto a dimagrire, perché troppo irriverente nei confronti dei suoi coetanei.

Secondo gli psicologi, gli atteggiamenti di vandalismo e violenza sarebbero scaturiti da un disagio psicologico, derivante proprio da uno stato di obesità, che rendeva difficile, per il giovane, avviare un processo di socializzazione e integrazione con i suoi compagni.

La sentenza stabilì che il ragazzo doveva continuare a frequentare la scuola, fare volontariato presso un canile, seguire corsi di meccanica e, soprattutto, doveva mettersi a dieta.
Ciò nell’intento di far conquistare un autostima inesistente, tale da porre fine ai suoi comportamenti antisociali.