Calo marginale nelle bollette del gas: una riduzione insufficiente per i consumatori italiani

In Italia, i consumatori del mercato tutelato del gas hanno assistito a un leggero alleggerimento nelle bollette di novembre, con una riduzione dell’1,3% per la famiglia media. Questo calo è attribuito alla diminuzione dei costi della materia prima. Nonostante ciò, la spesa annuale per il metano per una famiglia tipo è stata di circa 1.431 euro, inferiore del 17,7% rispetto all’anno precedente. Tuttavia, le associazioni dei consumatori considerano questa riduzione come insufficiente, specialmente dopo l’aumento dei prezzi registrato in ottobre. Il Codacons stima un incremento annuale di 527 euro rispetto al periodo pre-emergenza energetica del 2020, con un rincaro del 56%.

La situazione è complicata dal previsto passaggio al mercato libero, con la fine del mercato tutelato fissata per il 10 gennaio 2024 per il gas e il 1° aprile per l’elettricità. Circa 5,5 milioni di utenti dovranno passare al mercato libero, mentre altri 4,5 milioni, considerati “fragili”, continueranno a beneficiare delle tariffe stabilite dall’Arera.

Il governo italiano ha anche promosso il trimestre tricolore, un’iniziativa per calmierare i prezzi di un paniere di beni di largo consumo, con l’obiettivo di contenere l’aumento dei prezzi e rilanciare i consumi. Tuttavia, l’Unione Nazionale dei Consumatori ha definito questa iniziativa una “sceneggiata”, evidenziando un aumento dei prezzi per i beni alimentari nell’ultimo mese.

In questo contesto, il presidente di Assoutenti, Furio Truzzi, ha sottolineato l’importanza di accompagnare le famiglie nella transizione al mercato libero con massima trasparenza, garantendo la libertà di scelta e limitando le pratiche ingannevoli dei call center. Nel frattempo, il ministro delle Imprese e del made in Italy, Adolfo Urso, ha riconosciuto la difficoltà di fare marcia indietro rispetto agli impegni presi con la Commissione europea, legati al pagamento della terza rata del Pnrr, già incassata dall’Italia.

In conclusione, mentre il calo delle tariffe del gas offre un lieve sollievo, rimane la preoccupazione per l’aumento complessivo dei costi energetici e per le sfide che i consumatori italiani dovranno affrontare con il passaggio al mercato libero.