CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2025: 10 FINALISTE

La Giuria per la selezione della “Capitale italiana della cultura” 2025 ha individuato i 10 progetti finalisti, presentati dalle seguenti città: Agrigento, Aosta, Assisi (Perugia), Asti, Bagnoregio (Viterbo), Monte Sant’Angelo (Foggia), Orvieto (Terni), Pescina (L’Aquila), Roccasecca (Frosinone) e Spoleto (Perugia). Le singole proposte saranno illustrate alla Giuria nel corso di audizioni pubbliche, così come previsto dal bando, che si svolgeranno in presenza nei giorni 20 e 21 marzo 2023, a Roma, nella sede centrale del ministero della Cultura.

Venerdì scorso, oltre 200 sindaci e quasi mille persone hanno partecipato al Teatro Grande di Brescia alla cerimonia per Brescia e Bergamo capitale della cultura. Per l’occasione anche il Presidente della Republica, Sergio Mattarella a Brescia accolto dal sindaco della città lombarda Emilio Del Bono e il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana. “La cultura è una grande ricchezza. Nasce dalla vita, dalla comunità, dalla natura che la ospita, e poi ritorna alle persone, alle generazioni successive, come linfa, come civiltà, come genio e valore. La cultura non è un ambito separato dell’attività umana, quasi un suo sovrappiù. È il sapere conquistato dall’esperienza. È il pensiero che si costruisce nello studio, nel confronto, nella ricerca, nel lavoro. È l’emozione del rappresentare la vita, è un arricchimento dei valori che caratterizzano l’umanità”, ha detto Mattarella in quell’occasione.