Come annullare e correggere il modello 730/2024 inviato

Dopo aver inviato il Modello 730/2024, può succedere di accorgersi di errori o di omissioni. A partire dal 27 maggio 2024, è possibile annullare la dichiarazione già trasmessa. Questo è particolarmente utile nel caso in cui ci si renda conto di non aver inserito spese detraibili o deducibili. Tuttavia, questa possibilità è disponibile solo fino al 20 giugno 2024. In questo lasso di tempo, si può procedere all’annullamento del modello inviato e presentare una nuova dichiarazione priva di errori.

Per annullare il Modello 730/2024 inviato, è necessario utilizzare l’applicazione web dell’Agenzia delle Entrate. Una volta effettuato l’accesso alla propria area riservata, occorre controllare la presenza della ricevuta d’invio con la dicitura “Elaborato”. Se presente, si può selezionare la casella “Richiedi annullamento 730”. Dopo aver barrato l’opzione, verranno cancellati tutti i dati inseriti e rimosso l’eventuale Modello F24 per il pagamento delle imposte.

Dopo aver annullato la dichiarazione, è necessario inviarne una nuova corretta. Questo processo richiede un’attesa di 24-48 ore prima che il sistema permetta di caricare e modificare una nuova versione. È importante notare che l’annullamento non modifica la scadenza ultima, quindi la dichiarazione corretta deve essere comunque presentata entro il 30 settembre.

Se si dovessero riscontrare errori dopo il 20 giugno, si può ancora procedere con le correzioni. Dal 21 giugno, ci sono due opzioni disponibili: rivolgersi a un intermediario o a un CAF per la presentazione del Modello 730 integrativo, se le modifiche comportano una situazione più favorevole, oppure inviare il Modello Redditi correttivo via web fino al 15 ottobre. Dopo questa data, si può utilizzare il Modello Redditi integrativo.

In caso di dati inseriti in modo errato o dimenticati, il Modello Redditi correttivo o il Modello Redditi aggiuntivo possono essere utili. Il Modello Redditi aggiuntivo consente di inserire redditi soggetti a tassazione separata e altre voci specifiche, mentre il Modello Redditi correttivo permette di correggere errori in una dichiarazione precedente. Questo modello può essere inviato dal 3 giugno 2024 e può sostituire un Modello 730 o un Modello Redditi già trasmesso.

Seguendo queste istruzioni, è possibile gestire in modo efficace eventuali errori nel Modello 730/2024, garantendo una dichiarazione dei redditi accurata e completa.