INFLAZIONE, NEL PANIERE ANCHE SMART SPEAKER E MASSAGGI

PANIERE ISTATCi sono tante novità nel paniere che l’Istat adopera per calcolare il costo della vita per le famiglie italiane. Ad esempio, nel 2023, entrano la visita medica sportiva, la riparazione smartphone e le apparecchiature audio intelligenti, mentre tra i prodotti che rappresentano consumi consolidati entrano: il tonno di pescata e i rombi di allevamento, il deambulatore, il massaggio estetico.

Nel paniere per il calcolo dell’inflazione in base agli indici Nic e Foi (famiglie operai e impiegati) figurano 1.885 prodotti elementari (1.772 nel 2022), raggruppati in 1.061 prodotti, a loro volta raccolti in 423 aggregati; per l’indice Ipca il paniere comprende 1.906 prodotti elementari (1.792 nel 2022), raggruppati in 1.080 prodotti e 427 aggregati.

Con riferimento all’indice Nic, nel 2023 aumenta il peso delle divisioni: Servizi ricettivi e di ristorazione (+1,9 punti percentuali), Abitazione, acqua, elettricità e combustibili (+0,8) e Ricreazione, spettacoli e cultura (+0,7) e si riduce quello di Prodotti alimentari e bevande analcoliche (-1,4 punti), Servizi sanitari e spese per la salute (-0,4) e Bevande alcoliche e tabacchi (-0,4).

Si amplia la gamma degli aggregati di prodotto a rilevazione scanner, per formaggi stagionati confezionati, frutta e vegetali freschi (prodotti non stagionali venduti a peso fisso).

Sono circa 33 milioni le quotazioni di prezzo provenienti ogni mese dalla grande distribuzione organizzata (gdo); 393 mila sono raccolte sul territorio dagli Uffici comunali di statistica; oltre 192 mila dall’Istat direttamente o tramite fornitori di dati; più di 167 mila le quotazioni provenienti dalla base dati dei prezzi dei carburanti del ministero dello Sviluppo. Per i canoni di affitto di abitazioni di proprietà privata, sono circa 1,5 milioni le osservazioni (Osservatorio mercato immobiliare Agenzia delle Entrate).