Protezione dei dati personali: sicurezza del codice IBAN

Oggi, quasi tutti possiedono un conto in banca, dato che la moneta elettronica è sempre più prevalente rispetto a quella tradizionale. Un elemento essenziale per gestire il proprio conto è il codice IBAN (International Bank Account Number), una sequenza alfanumerica che identifica in modo univoco un conto corrente bancario e il suo intestatario.

L’IBAN è necessario per effettuare e ricevere bonifici, ed è utilizzato anche per l’accredito di stipendi, pensioni e per le domiciliazioni bancarie. In Italia, l’IBAN è composto da 27 caratteri alfanumerici: le prime due lettere indicano il paese del conto, mentre le ultime 12 cifre corrispondono al numero di conto corrente.

Nonostante l’IBAN permetta di identificare il numero di conto corrente e la banca, non consente di risalire direttamente all’identità dell’intestatario. Tuttavia, in alcuni casi specifici, come errori nei bonifici, la banca ha l’obbligo di comunicare il nome del beneficiario erroneamente accreditato, come stabilito dalla Cassazione con l’ordinanza n. 17415 del 25 giugno 2024.

Le banche non sono tenute a verificare costantemente l’esattezza delle informazioni fornite per i bonifici, ma devono garantire che le operazioni siano eseguite correttamente, adottando tutte le precauzioni necessarie per evitare errori. In caso di errore, la banca deve fornire assistenza per rintracciare chi ha ricevuto l’accredito errato.

Le informazioni sull’intestatario del conto non sono generalmente accessibili tramite l’IBAN a causa delle normative sulla privacy. È consigliabile condividere il proprio IBAN solo con persone o enti di fiducia per evitare rischi di frodi. I truffatori possono utilizzare l’IBAN per richiedere addebiti diretti su conti bancari, ma tali mandati di pagamento possono essere contestati e stornati entro un anno.

Le banche implementano sistemi di doppia autenticazione per migliorare la sicurezza delle transazioni online. Nonostante questo, è fondamentale mantenere alta la guardia e adottare tutte le precauzioni possibili per proteggere i propri dati personali.