Requisiti per ottenere un prestito nel 2024: cosa valutano le banche?

 

Ottenere un prestito richiede un’attenta valutazione da parte delle banche o delle finanziarie, che esaminano diversi aspetti del richiedente per determinare la sua idoneità. Questo processo di valutazione include l’analisi dell’età, della situazione lavorativa e dell’affidabilità creditizia del richiedente, seguendo le normative stabilite dalla Banca d’Italia.

Criteri di valutazione per l’approvazione di un prestito

  • Età del richiedente: Generalmente, è possibile richiedere un prestito se si ha un’età compresa tra i 18 e i 75 anni al momento della scadenza del finanziamento. Questo intervallo di età assicura che il richiedente sia in grado di assumersi la responsabilità finanziaria del prestito e di completarne il rimborso entro un termine ragionevole.
  • Situazione lavorativa e reddito: Un elemento chiave nella valutazione di una richiesta di prestito è la capacità del richiedente di dimostrare un reddito stabile e verificabile. I documenti richiesti variano a seconda della categoria lavorativa: buste paga per i dipendenti, certificati di iscrizione professionale per i liberi professionisti, cedolini della pensione per i pensionati e dichiarazioni fiscali per i lavoratori atipici.
  • Affidabilità creditizia: Le banche utilizzano il credit score per valutare l’affidabilità creditizia del richiedente, basandosi su dati anagrafici, informazioni finanziarie e il rapporto tra la rata del prestito e il reddito netto mensile. Idealmente, la rata non dovrebbe superare il 30-35% del reddito netto per massimizzare le possibilità di approvazione.

Fattori chiave nella valutazione

  • Storia creditizia: Le banche consultano banche dati come il CRIF per esaminare la storia creditizia del cliente, valutando la puntualità nei pagamenti e l’eventuale presenza di protesti o segnalazioni negative.
  • Capacità di rimborso: La valutazione si concentra sulla capacità del richiedente di onorare il debito, considerando il rapporto tra la somma richiesta e la situazione reddituale del richiedente. La rata mensile del prestito non dovrebbe eccedere una certa percentuale del reddito netto mensile per garantire la sostenibilità del debito.

Comprendere i criteri di valutazione adottati dalle banche e dalle finanziarie è fondamentale per chi intende richiedere un prestito nel 2024. Presentare una documentazione completa e dimostrare una solida affidabilità creditizia sono passi essenziali per aumentare le probabilità di approvazione del prestito, permettendo ai richiedenti di realizzare i propri progetti con maggiore serenità finanziaria.