Superbonus 2024: estensione dello sconto fiscale a 10 anni

Il Superbonus, incentivo chiave per l’efficientamento energetico e la ristrutturazione edilizia, si appresta a ricevere un’estensione significativa nel 2024. La novità principale riguarda la possibilità di fruire dello sconto fiscale non più in quattro anni, ma estendendolo a dieci anni, attraverso la detrazione fiscale nella dichiarazione dei redditi. Questa modifica rappresenta una soluzione vantaggiosa per coloro che non sono riusciti a cedere il credito d’imposta nel corso del 2023, offrendo così un’ulteriore opportunità per ammortizzare le spese sostenute.

La detrazione fiscale estesa, che segue le orme di quanto già introdotto per le spese del 2022, si applicherà alle dichiarazioni dei redditi a partire dal 2024, coprendo un periodo fino al 2033. Tuttavia, per beneficiare di questa opportunità, è fondamentale che i bonus siano stati comunicati all’Agenzia delle Entrate entro il termine del 31 marzo 2023.

Il governo sembra non opporsi a questa previsione, che mira a facilitare i committenti degli interventi di efficientamento energetico e ristrutturazione, permettendo loro di spalmare il credito accumulato su un arco temporale più lungo. La riduzione dell’importo annuale della detrazione, dividendo la spesa totale per dieci anziché per quattro anni, assicura una maggiore flessibilità fiscale per i beneficiari.

Questa estensione del Superbonus a dieci anni si rivolge non solo ai committenti dei lavori ma anche alle imprese che acquistano il credito, inclusa l’opzione dello sconto in fattura. La normativa, tuttavia, richiede un’attenta pianificazione, dato che il tempo per l’emanazione del provvedimento è limitato e dovrebbe precedere la comunicazione delle dichiarazioni annuali all’Agenzia delle Entrate.

In parallelo, il decreto “Salva liti” introduce restrizioni sui bonus edilizi, escludendo la possibilità di riaprire il Superbonus al 110% o al 90% oltre il 31 dicembre 2023. Di conseguenza, le nuove spese sostenute dal 1° gennaio 2024 beneficeranno di una detrazione ridotta al 70%. Ulteriori limitazioni riguardano il bonus per l’abbattimento delle barriere architettoniche, con una stretta sulle tipologie di interventi ammissibili e sulle modalità di utilizzo dello sconto in fattura.

L’estensione dello sconto fiscale a dieci anni per il Superbonus 2024 rappresenta un’importante evoluzione della politica fiscale italiana in materia di edilizia e sostenibilità, offrendo maggiori opportunità di risparmio e incentivando interventi a lungo termine per l’efficientamento energetico degli immobili.