Aprile 2024: nuovi incentivi per le imprese! Bonus regionali e agevolazioni a fondo perduto

In aprile 2024, le imprese potranno beneficiare di un ampio ventaglio di aiuti finanziari erogati dalle Regioni italiane, segnando un momento significativo per l’innovazione e la crescita sostenibile. Questi incentivi sono particolarmente orientati verso l’innovazione digitale, la transizione ambientale, e l’economia circolare. Tra i vari aiuti disponibili, spiccano quelli dedicati all’installazione di colonnine di ricarica per auto elettriche e le sovvenzioni per mitigare i danni e favorire la ripresa dopo le alluvioni del 2023 nelle aree colpite.

Il mese di aprile vedrà l’apertura di bandi per ottenere contributi a fondo perduto, con il ministero delle Imprese e del Made in Italy (Mimit) che gioca un ruolo chiave. Ad esempio, in Friuli Venezia Giulia, le imprese possono accedere a finanziamenti fino al 50% per progetti che mirano all’ottimizzazione dei processi aziendali attraverso l’adozione di soluzioni digitali innovative, con una deadline al 30 aprile 2024 per progetti fino a 250mila euro.

Regioni come Emilia Romagna e Lombardia stanno lanciando iniziative specifiche: in Emilia Romagna, ad esempio, è previsto un contributo a fondo perduto fino al 75% per progetti legati alla formazione dei lavoratori sulle tematiche ambientali e digitali. In Lombardia, le PMI possono richiedere finanziamenti per investimenti green, con contributi variabili dal 5% al 30%.

Anche le Camere di Commercio regionali sono attive nel promuovere la crescita aziendale. Per esempio, la Camera di Commercio di Cremona offre finanziamenti per la digitalizzazione, mentre Trento e la Toscana sono in attesa di lanciare nuovi bandi focalizzati sulla transizione digitale e criteri di sostenibilità.

A livello nazionale, il bando Isi Inail 2023 mira a sostenere investimenti in salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, con un occhio di riguardo anche per il settore agricolo. Infine, le imprese colpite dalle alluvioni in regioni come Emilia Romagna, Toscana e Marche possono accedere a speciali agevolazioni per riparare i danni e rilanciare le loro attività.