Bonus di 550 euro per lavoratori part-time: tutto ciò che devi sapere

I lavoratori part-time in Italia, che affrontano difficoltà finanziarie, possono ora beneficiare di un sostegno economico significativo: un bonus una tantum di 550 euro. Questa misura è stata introdotta per aiutare coloro che lavorano a tempo parziale e che si trovano senza reddito per alcuni periodi dell’anno.

Il periodo per presentare la domanda per questo bonus è già iniziato il 13 novembre 2023 e si concluderà il 15 dicembre 2023. L’INPS ha destinato un budget di 30 milioni di euro per il 2023 a questo scopo, e il bonus sarà erogato a partire dai primi mesi del 2024.

Questo bonus è specificatamente rivolto ai dipendenti di imprese private che hanno contratti di lavoro part-time (verticali, misti o orizzontali). È un’opportunità unica per coloro che hanno contratti ciclici con periodi di inattività di almeno un mese consecutivo e complessivamente compresi tra sette e venti settimane all’anno.

Per essere idonei, i richiedenti non devono avere un altro contratto di lavoro dipendente, né ricevere la Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI) o una pensione. Il bonus di 550 euro può essere cumulato con l’assegno di invalidità, ma è erogato una sola volta per lavoratore e non influisce sul calcolo del reddito.

Per fare domanda, è necessario accedere alla sezione “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche” sul sito dell’INPS. La procedura richiede l’autenticazione tramite SPID, CIE o CNS. È anche possibile presentare la domanda tramite il Contact Center Multicanale dell’INPS o attraverso un Patronato.

Questo bonus rappresenta un importante sostegno per i lavoratori part-time, specialmente in un periodo economicamente sfidante. Offre un aiuto concreto a chi lavora in settori stagionali o con contratti a tempo parziale, garantendo un supporto finanziario in momenti di inattività lavorativa.