Bonus spesa, carburante e trasporti 2024: tutto a costo zero (o quasi) per le famiglie con ISEE sotto i 15.000€

Il nuovo Bonus Spesa, Carburante e Trasporti è un’iniziativa del governo italiano che mira a sostenere economicamente le famiglie con un ISEE basso, consentendo loro di acquistare beni di prima necessità, carburante e biglietti per i mezzi di trasporto pubblici. Questo bonus viene riconosciuto automaticamente ai nuclei familiari residenti in Italia con un ISEE ordinario inferiore a 15.000 euro, purché aggiornato nel corso dell’anno.

I nuclei familiari che già beneficiano di altre forme di sostegno al reddito, come l’Assegno di inclusione o il Supporto per la Formazione e il Lavoro, sono esclusi da questo bonus.

Il bonus viene distribuito sotto forma di una Carta prepagata Dedicata a Te, utilizzabile per acquistare generi alimentari presso esercizi commerciali convenzionati, per pagare abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico e per le spese di carburante. La carta può essere utilizzata in supermercati, negozi di alimentari, mercati comunali, distributori di benzina, GPL e metano, oltre che per biglietti di autobus, tram, metropolitane e treni locali.

Per richiedere la Carta Dedicata a Te non è necessario presentare alcuna domanda. Il Comune di residenza invierà una comunicazione con le istruzioni per ritirare la carta presso gli uffici postali di Poste Italiane. I beneficiari vengono selezionati dall’INPS sulla base di diversi requisiti, tra cui l’ISEE ordinario fino a 15.000 euro, l’iscrizione all’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) e la composizione del nucleo familiare.

La nuova edizione della Carta Dedicata a Te include un bonus integrativo per carburante e trasporti, consentendo alle famiglie di utilizzare la carta anche per queste spese. Il governo ha aumentato l’importo del beneficio a 500 euro per il 2024 e il numero di card distribuite è stato incrementato a 1.330.000.

Questo bonus rappresenta un importante aiuto per le famiglie a basso reddito, permettendo loro di coprire le spese essenziali e migliorare la qualità della vita.