Lista grigia GAFI: paesi monitorati per riciclaggio

Il GAFI (Gruppo di Azione Finanziaria Internazionale) individua i Paesi con carenze nel contrasto al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo attraverso due liste: “Paesi ad alto rischio” e “Altri Paesi monitorati”. Recentemente, il Principato di Monaco rischia di essere inserito nella lista grigia, necessitando una maggiore vigilanza. Nonostante alcuni progressi, le analisi del 2022 hanno evidenziato gravi mancanze nel sistema di Monaco, che potrebbero ridurre significativamente l’afflusso di capitali, influenzando l’economia basata su circa 160 miliardi di euro.

La lista grigia include Paesi che collaborano attivamente per risolvere le carenze strategiche nei loro sistemi di contrasto al riciclaggio, finanziamento del terrorismo e proliferazione. Essere in questa lista significa che il Paese si è impegnato a risolvere rapidamente le deficienze identificate entro tempi concordati. Tra i Paesi recentemente monitorati ci sono Bulgaria, Burkina Faso, Camerun, Kenya e Namibia.

La Bulgaria ha implementato una strategia nazionale per rafforzare il contrasto al riciclaggio, mentre il Burkina Faso ha migliorato le indagini legate al finanziamento del terrorismo. Il Camerun ha aumentato le risorse investigative, e la Repubblica Democratica del Congo ha finalizzato una strategia triennale per potenziare le capacità investigative. La Croazia, Haiti, Giamaica e Kenya hanno fatto significativi progressi nel rafforzare i loro regimi di contrasto al riciclaggio di denaro.

Altri Paesi come Mali, Mozambico, Nigeria, Filippine, Senegal, Sudafrica e Tanzania sono anch’essi monitorati e stanno lavorando per migliorare i loro sistemi. La Turchia, il Vietnam e lo Yemen hanno preso impegni di alto livello per rafforzare i propri regimi, con la Turchia che ha sostanzialmente completato il suo piano d’azione.

Alcuni Paesi, come Barbados, Gibilterra, Uganda ed Emirati Arabi Uniti, hanno migliorato significativamente i loro regimi di contrasto e non sono più sotto monitoraggio intensificato. Continuano a collaborare con le rispettive organizzazioni regionali per mantenere i miglioramenti raggiunti.

Questo monitoraggio e gli sforzi internazionali sono cruciali per garantire che i sistemi finanziari globali siano protetti contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, assicurando una maggiore trasparenza e sicurezza.