Cosa fare se il pagamento IMU 2024 è sbagliato?

Commettere errori nel versare l’IMU 2024 è più comune di quanto si possa pensare. Se ti accorgi di aver versato un importo sbagliato, è importante agire rapidamente per evitare sanzioni. Ecco cosa fare in caso di errore nel pagamento dell’IMU.

Il pagamento dell’IMU è controllato dal Comune, che in caso di mancato o errato versamento, incaricherà l’Agenzia delle Entrate-Riscossione per il recupero del credito. I cittadini che si trovano in questa situazione riceveranno una cartella di pagamento. I controlli non possono riguardare periodi successivi al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello del mancato pagamento.

Se ti accorgi di aver commesso un errore prima della scadenza del pagamento della rata in acconto o saldo, la soluzione è semplice. Devi compilare nuovamente il Modello F24 con gli stessi dati, indicando l’importo corretto nella colonna “Importi a debito”. Se versi la somma dovuta entro la scadenza, sarai in regola.

Se invece ti accorgi dell’errore dopo la scadenza dell’ultima rata, devi ricorrere al ravvedimento operoso. Questo strumento permette di correggere errori, omissioni o ritardi nel pagamento delle imposte, inclusa l’IMU. Utilizzando il ravvedimento operoso, puoi pagare il tributo non versato, una sanzione ridotta e gli interessi calcolati sull’importo non pagato al tasso legale vigente.

In caso di omesso pagamento, puoi sanare la tua posizione utilizzando sempre il ravvedimento operoso. Le sanzioni variano in base al ritardo: 1% per ogni giorno di ritardo entro 14 giorni, 15% per ritardi tra 15 e 90 giorni e 30% per ritardi superiori a 90 giorni. È importante agire prima della notifica di un atto di accertamento.

Praticamente se commetti un errore nel pagamento dell’IMU 2024, è possibile rimediare seguendo le procedure indicate, evitando così sanzioni più gravi. Assicurati di controllare attentamente i tuoi pagamenti e di correggere tempestivamente eventuali errori.