Nuovo limite per l’uso del contante: ecco i cambiamenti

Il nuovo regolamento 2024/1624/UE, in vigore dal 9 luglio 2024 fissa il pagamento massimo per i pagamenti in Europa a 10.000€ mentre in Italia il limite per l’uso del contante sarà raddoppiato, portando il tetto massimo da 2.500 euro a 5.000 euro. Questa modifica è stata introdotta per facilitare alcune transazioni quotidiane e per rispondere alle esigenze di chi ancora preferisce usare denaro liquido.

La nuova soglia consentirà pagamenti più elevati in contante senza infrangere la legge, ma è importante ricordare che restano in vigore le norme anti-riciclaggio. Le transazioni superiori ai 5.000 euro dovranno comunque essere effettuate con metodi tracciabili, come bonifici bancari o pagamenti elettronici.

L’aumento del limite è stato accolto con favore da molte categorie, tra cui commercianti e artigiani, che vedono in questa misura un modo per semplificare le operazioni di pagamento e ridurre le difficoltà burocratiche. Tuttavia, le autorità fiscali sottolineano l’importanza di continuare a monitorare l’uso del contante per evitare possibili abusi e frodi.

Con l’introduzione del nuovo limite, è cruciale che cittadini e imprese siano informati e adeguatamente preparati. Le sanzioni per chi non rispetta le nuove regole possono variare da 3.000 a 50.000 euro, a seconda della gravità dell’infrazione. Pertanto, è fondamentale mantenere una corretta gestione delle transazioni per evitare multe salate.