Canone RAI 2024: come richiedere l’esenzione online e offline

Il Canone RAI 2024 è un argomento di grande interesse per molti italiani, soprattutto per chi desidera richiedere l’esenzione. Vediamo insieme come fare domanda sia online che offline.

Per richiedere l’esonero del canone di abbonamento alla televisione italiana per uso privato, è possibile compilare e inviare online il modello di dichiarazione sostitutiva tramite i servizi web dell’Agenzia delle Entrate, disponibile all’interno dell’area riservata dei clienti. Sul sito dell’Agenzia, nella sezione dedicata alla “Dichiarazione sostitutiva (invio online)”, è disponibile il link per accedere direttamente al servizio web se si è in possesso di SPID, Carta di Identità Elettronica o Carta Nazionale dei Servizi.

I modelli di dichiarazione sostitutiva, con le relative istruzioni, sono disponibili e scaricabili sul sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione “Modelli e istruzioni”. In questa sezione si trovano anche i modelli per richiedere eventuali rimborsi del canone RAI per pagamenti non dovuti.

I contribuenti di età uguale o superiore a 75 anni che rientrano nei requisiti previsti per l’esonero del canone di abbonamento alla televisione italiana possono presentare una dichiarazione sostitutiva entro il 31 luglio 2024. A questa devono essere allegati in copia il documento di identità in corso di validità di chi richiede l’esonero. Il modulo, con gli allegati, può essere consegnato presso l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate di competenza oppure spedito tramite raccomandata all’indirizzo: Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – 00121 – Torino.

I contribuenti intestatari di un contratto di energia elettrica residenziale, se non possiedono un televisore, possono presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione dell’apparecchio televisivo entro il 31 luglio 2024. Questo evita che il canone venga addebitato automaticamente nella bolletta della luce.

Sono esonerati dal pagamento del canone anche:

  • Over 75 con reddito non superiore a 8.000 euro;
  • Diplomatici e militari stranieri;
  • Coloro che non detengono un apparecchio televisivo.

Per richiedere l’esonero, bisogna compilare il quadro A del modello della “Dichiarazione sostitutiva” disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Con questo modulo, il richiedente dichiara che in nessuna delle sue abitazioni dove è presente un’utenza elettrica attiva è presente un apparecchio TV proprio e che nessun membro del nucleo familiare è detentore di una TV. Gli eredi devono anche compilare questo modulo per attestare che nella casa con utenza elettrica intestata alla persona deceduta non è presente alcun apparecchio televisivo.

La dichiarazione sostitutiva per richiedere l’esonero dal pagamento del canone RAI ha validità annuale e può essere presentata solo dai titolari della bolletta luce o dagli eredi. Se successivamente alla richiesta dell’esonero vengono a mancare i presupposti per il beneficio, è necessario comunicare tali variazioni all’Agenzia delle Entrate compilando il quadro C del modello.

I contribuenti possono presentare la dichiarazione sostitutiva tramite l’applicazione web dell’Agenzia delle Entrate, intermediari abilitati (Caf, professionisti e così via), raccomandata senza busta all’indirizzo Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino, allegando un documento di riconoscimento valido, oppure tramite posta elettronica certificata (Pec), purché la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale e inviata all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it.