PUBBLICATO SULLA GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO SU BOLLETTE, FISCO E SANITA’

Questa settimana il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto su bollette, fisco e sanità, rispetto alle bozze circolate nei giorni scorsi gli articoli sono passati da 22 a 25.

In particolare, è stato aggiunto tra gli altri il cosiddetto scudo fiscale all’articolo 23, denominato “Causa speciale di non punibilità dei reati tributari”.

Lo scudo riguarda i reati di omesso versamento per le ritenute dovute o certificate, omesso versamento dell’Iva e indebita compensazione.

Questi tre reati “non sono punibili quando le relative violazioni sono correttamente definite e le somme dovute sono versate integralmente dal contribuente secondo le modalità e nei termini previsti purché le relative procedure siano definite prima della pronuncia della sentenza di appello”.